Comunicato stampa

CONTRASTO AL FENOMENO DEI PARCHEGGIATORI ABUSIVI

COMUNICATO STAMPA

OPERAZIONE ALTO IMPATTO

CONTRASTO AL FENOMENO DEI PARCHEGGIATORI ABUSIVI”

Dal giorno 21 ad oggi è iniziata una nuova OPERAZIONE in intestazione indicata senza dimenticare che ancora in atto vi è il “PROGETTO SICUREZZA GIOVANI”, che questa Segreteria Provinciale definì:

L’ElLEFANTE HA PARTORITO IL TOPOLINO

Inoltre aggiunse che, il MINISTRO MINNITI, ABBIA FATTO PROPRIO “13”, lo stesso numero di pattuglie impiegate dei vari Reparti Prevenzione Crimine di tutta Italia aggregati in questa città.

La cosa oggettiva e concreta che ha portato e porterà in seguito a questo PROGETTO, è la COMPILAZIONE di un ULTERIORE e NUOVO MODELLO REPORT che và

SOLO A DUPLICARE I CONTROLLI POSTI ESSERE.

Poiché, non viene usato in sostituzione dei normali moduli, ma in aggiunta, quindi le

STATISTICHE SONO RADDOPIATE a PRESCINDERE.

Sulla scorta del Progetto Giovani, al fine di CONTRASTARE il fenomeno dei PARCHEGGIATORI ABUSIVI nella città partenopea è stata predisposta nuovo servizio, ricordando le ORDINANZE del SINDACO di Napoli n. 8 e 9 rispettivamente del 07.06.2018 e del 04.07.2018 ove si individuano tutte le strade cittadine in cui si può procedere con la nuova misura amministrativa del DACUR, così detto DASPO URBANO.

Ovviamente predisponendo un NUOVO MODULO da COMPILARE e TRASMETTERE da parte sempre e solo degli STESSI OPERATORI in STRADA.

Nemmeno una VOLANTE in più in STRADA, ma SEMPRE e SOLO le STESSE DONNE E UOMINI che devono fronteggiare quest’altra incombenza.

LA POLIZIA DEVE FAR RISPETTAR LA LEGGE!

Il fenomeno dei parcheggiatori abusivi a Napoli è una vera piaga sociale e la Polizia di Stato lo devo contrastare, ma a parere di questa O.S., bisogna lasciare le pattuglie delle VOLANTI, al proprio compito istituzionale, in primis, rimpinguando gli organici lasciati vacanti dalle mancate assunzioni degli ultimi 20 anni, insomma, partendo dalle cose basilari, bisogna far rispettare anche quest’ordinanza TUTTI I GIORNI.

È il tempo di smetterla con questi DOPPI MODULI che servono a RADDOPPIARE LE STATISTICHE, c’è bisogno di un progetto organico e fermo nel tempo, strutturale, magari con l’impego congiunto di tutte le compagini istituzionali, Polizia Amministrativa, Polizia Locale, Assistenti Sociali (spesso ci sono minori a svolgere queste attività), personale del 118 etc. etc., per dei controlli “random” su tutto il terrirorio partenopeo.

Distogliendo le poche VOLANTI dal controllo del territorio è inevitabile l’aumento di altri CRIMINI per i REATI PREDATORI o lo SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI e la recrudescenza di altre fattispecie criminali, come i reati di EVASIONE dagli ARRESTI DOMICILIARI, furti in appartamento etc.etc.etc.

In un turno di notte, sempre piu spesso, non si arriva neache ad assicurare la presenza di 10 volanti per l’intera città di Napoli che va da Ponticelli a Scampia.

La coperta è corta ci sono poche risorse a disposizione della sicurezza della città partenopea, ma DEVONO essere IMPIEGATE non per aumentare la SICUREZZA percepita ma QUELLA REALE.

IL SEGRETARIO PROVINCIALE A.

CONSAP NAPOLI

Francesco PALMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *